Article marketing di qualità, pubblica i tuoi articoli inediti per aumentare la popolarità del tuo sito.

Cos’è la fresatura e perché si utilizza

Categoria: Industria Pubblicato 08 Luglio 2018
Scritto da Elsa Visite: 119

La fresatura è una lavorazione meccanica ottenuta tramite l’asportazione di truciolo. Questo tipo di lavorazione può essere impiegata per ottenere diverse tipologie di superfici per mezzo di un utensile a geometria definita che si muove con andamento rotatorio.
L’elevata precisione e la buona finitura delle superfici che vengono lavorate, fanno della fresatura una delle lavorazioni meccaniche più utilizzate in ambito industriale.

Come funziona

La fresatura è ottenuta tramite una macchina utensile detta fresatrice la quale, dopo essere stata attrezzata con delle frese, inizia ad operare, tramite rotazione dell’utensile e traslazione, fino all’ottenimento della geometria desiderata.

Generalmente, la fresatura consta di due diversi tipi di cicli di lavorazione:

- La sgrossatura, ovvero una prima asportazione di materiale, superficiale e grossolana, che dovrà tenere conto del dovuto sovrametallo per la rifinitura eseguita nella fase successiva. La sgrossatura, per essere tale, deve avere le caratteristiche di rapidità ed economicità

- La finitura, ovvero l’asportazione del rimanente sovrametallo. In questa fase si terrà conto delle tolleranze e rugosità stabilite dal disegno tecnico fornito per la lavorazione.

La fresa

Come anticipato nel paragrafo precedente, prende il nome di fresa l’utensile montato sulla fresatrice. Questi utensili hanno la forma di un cilindro e si hanno dei vari denti, detti taglienti, sulla parte esterna.

La distanza tra un tagliente e l’altro indica il passo della fresa, mentre il numero e la disposizione ne va a identificare la tipologia.

Le frese, infatti, possono essere di diverso tipo, ad esempio:

· Frese elicoidali

· Frese a denti sfalsati

· Frese ad angolo doppio

· Frese piane

· Frese a candela

· Frese a smussare

· Frese frontali

Generalmente, maggiore è il numero di taglienti presenti sulla fresa, migliore sarà il grado di finitura della fresatura.

Quando si utilizza la fresatura


Vista la sua duttilità, la fresatura può essere applicata a diverse soluzioni. Oltre che per smussi e spianatura delle superfici, tramite questo processo è possibile ottenere alesature, forature, svasature e filettature. La fresatura risulta essere la miglior lavorazione meccanica adatta all’ottenimento di pezzi che non abbiano una forma geometrica simmetrica. Le sue caratteristiche permettono di utilizzarla per la produzione di campionature o lotti da pochi pezzi, senza incidere in maniera importante sul prezzo finale del prodotto. Grazie al grado di precisione ottenibile e misurabile in micron, questa tecnica risulta molto diffusa come lavorazione di finitura su prodotti semilavorati ottenuti tramite altri tipi di processi meccanici.

 

Fresatura e macchinari a controllo numerico


Le fresatrici sono macchine dalla struttura molto solida e possono essere controllate sia manualmente (fresatrici tradizionali), sia con sistemi computerizzati e vengono dette a controllo numerico o CNC. Le moderne tornerie per poter sostenere le sempre maggiori richieste da parte dei clienti e reggere agli intensi ritmi di lavoro devono dotarsi di fresatrici CNC che, essendo composte da sistemi automatici per la sostituzione degli utensili, permettono di automatizzare interamente il processo produttivo e rendono le lavorazioni ancora più veloci ed economiche.

Accedi o Registrati

Devi pubblicare articoli sul TURISMO o la CUCINA?

Scopri TurismoeCucina.it, il sito tematico per fare guest post o content marketing con una marcia in più!

Inviando questi dati autorizzi ProdottieServizi.net al trattamento dei tuoi dati ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003.