Caffè verde: le proprietà e i benefici

In un’epoca in cui il bombardamento mediatico riguardante diete miracolose e prodotti dimagranti sembra non avere fine, impariamo a conoscere un alimento naturale come il caffè verde, che a detta di molti può essere d’aiuto a chi intende perdere peso. Vediamo di analizzare dunque, proprietà e benefici di tale bevanda. 

Composizione e caratteristiche

Questo tipo di caffè è frutto di una particolare lavorazione che predilige l’essiccazione dei semi rispetto alla tradizionale torrefazione operata nella produzione del classico caffè nero. Rispetto al caffè tostato dunque, il caffè verde si caratterizza per l’aspetto, poichè i semi che non subiscono la torrefazione mantengono la colorazione originaria verde, per il sapore e l’aroma, e infine per le proprietà nutrizionali. Ambedue i caffè contengono ovviamente caffeina, ma in quello verde la presenza di quest’ultima è di molto inferiore rispetto a quanto avviene in quello nero; una delle differenze principali risiede poi nel fatto che mediante l’essiccazione, i chicchi di caffè preservano una sostanza cruciale nel processo di dimagrimento, l’acido clorogenico, che viene al contrario distrutta durante il processo di tostatura.

Come prepararlo

Il caffè verde, dopo aver reperito i semi non tostati, può essere tranquillamente preparato anche tra le mura domestiche. Il primo passo da compiere consiste nel ridurre i chicchi in polvere pestandoli mediante l’utilizzo di un mortaio. Nel frattempo riscaldare una pentola d’acqua fino al raggiungimento di 80° di temperatura. Infine versare la polvere ottenuta, lasciare riposare l’infuso per qualche minuto, filtrarlo e berlo. 

Gli integratori

Chi volesse sfruttare le proprietà dimagranti del caffè verde farebbe bene tuttavia ad acquistare un apposito integratore, dal momento che questi prodotti contengono varietà selezionate per essere particolarmente ricche di acido clorogenico e contengono già il dosaggio esatto per ottenere gli effetti desiderati. I chicchi di caffè sfusi al contrario potrebbero avere una concentrazione di acido clorogenico troppo bassa e sarebbe impossibile accorgersene in quanto questo parametro spesso non è dichiarato in etichetta. Gli integratori hanno una percentuale di acido clorogenico garantita che può andare dal 20 fino al 50% ed è proprio su questi prodotti che sono stati realizzati gli studi che ne hanno scoperto le proprietà dimagranti.

Proprietà e benefici

La presenza dell’acido clorogenico rende il caffè verde un potente antiossidante: basti pensare che rispetto allo stesso thè verde, unanimemente riconosciuto per le sue caratteristiche di antiossidante, la sua azione risulta 4 volte più incisiva. Il presunto dimagrimento che verrebbe favorito dall’assunzione del caffè verde è motivato dalla presenza di metilxantine, delle molecole che svolgono importanti funzioni nel nostro organismo, e tra le altre hanno il compito di velocizzare il processo metabolico, incrementando la percentuale di grassi che vengono smaltiti. Il caffè verde può portare dei benefici anche alle persone che soffrono di diabete, poichè la sua assunzione rallenta il rilascio di glucosio che normalmente avviene nel sangue, e di conseguenza diminuisce la percentuale di zuccheri che assimilata dall’organismo. Va comunque specificato che limitarsi a bere del caffè verde o a prendere un integratore non sortirà necessariamente una conseguente perdita di peso, tuttavia questi prodotti costituiscono certamente un valido supporto a diete equilibrate e attività fisiche propedeutiche al dimagrimento.