Il glucomannano:la fibra naturale che fa dimagrire

Ultimamente si sente parlare sempre più spesso del glucomannano, una particolare fibra che stando a recenti scoperte scientifiche agevolerebbe il dimagrimento corporeo. Si tratta dunque di un ottimo alleato per chi è a dieta, ma anche per chi semplicemente vuole mantenersi in forma senza troppe rinunce, facendo un’alimentazione sana e integrando la dieta con vitamine e minerali indispensabili per l’organismo. E infatti negli ultimi anni si sono diffusi anche gli integratori per dimagrire a base di glucomannano, ancora però sconosciuti ai più.

Ma cos’è nello specifico il glucomannano? Come agisce sul corpo umano, ovvero in che modo rende possibile un incremento significativo della perdita di peso corporea?
Tecnicamente, il glucomannano è un polisaccaride ad alto peso molecolare composto da minuscole particelle di glucosio e mannosio; quest’ultima è una sostanza zuccherina che si trova prevalentemente all’interno dei polimeri vegetali. Nel glucomannano il glucosio e il mannosio si presentano concatenati tra loro. Questa fibra si trova in grandi quantità in un tubero dal nome scientifico di “Amorphophallus konjac”, che in Giappone viene utilizzato nella gastronomia tradizionale come agente gelatificante.

L’azione di questa sostanza è però ottima anche i fini del dimagrimento, che favorisce grazie alla sua intrinseca capacità di attrarre e inglobare moltissima acqua, moltiplicando il proprio volume e trasformandosi in una grande massa soffice e gelatinosa, grande tra le sessanta e le cento volte il suo volume originario. Tale processo comporta tutta una serie di benefici per chi è a dieta e per chi non può assumere più di un certo numero di calorie al giorno. Da una parte, infatti, riempie lo stomaco, attenuando la fame e stimolando una sensazione di sazietà che impedisce di ricorrere a pasti e spuntini extra; dall’altra fa sì che i grassi e gli zuccheri – letali per chi vuole perdere peso – vengano assorbiti in quantità minore, restando invischiati nella massa che il glucomannano va a formare nell’intestino.

Quest’ultimo è il motivo per cui a ricorrere al glucomannano non sono solo le persone a dieta, ma anche chi soffre di diabete: l’azione della fibra limita l’assorbimento di zuccheri, ostacolando gli incrementi e i picchi di glicemia così pericolosi per chi soffre di questa patologia. Ma i benefici del glucomannano non sono finiti qui. Riguardano infatti anche chi soffre di colesterolo alto e chi invece ha problemi di stitichezza e intestino pigro (è noto che le fibre sono un vero toccasana per questo tipo di disturbi). Altre ricerche hanno svelato inoltre che un’integrazione quotidiana di glucomannano può essere determinante nella prevenzione di gravi forme tumorali, tra cui il tumore al colon.

Ovviamente non basta assume tale fibre di tanto in tanto, sporadicamente; per ottenere effetti apprezzabili a livello di dimagrimento è necessario un apporto quotidiano di glucomannano: per la precisione sono consigliati dagli uno ai quattro grammi di fibra al giorno. Gli integratori si trovano sul mercato in polvere e in compresse. Si consiglia di assumerli qualche tempo prima dei pasti principali (almeno trenta/quaranta minuti prima), così da sfruttare al massimo l’effetto “riempimento” garantito dal glucomannano.

Tuttavia si sbaglia chi pensa che basti inserire questo integratone nella dieta per dimagrire quasi miracolosamente. L’azione del glucomannano va necessariamente abbinata a un regime dietetico ipocalorico e a un’attività fisica costante, di cui beneficiano anche muscoli e tessuto cutaneo.