Una crema termale anticellulite che funzioni davvero: miraggio o realtà?

La cellulite è uno di quegli inestetismi che, per quanto temuto dalle donne e studiato a livello medico, non può essere risolto in maniera definitiva e per certi versi nemmeno prevenuto, poiché fortemente radicato nella genetica della persona – anche se i fattori esterni quali attività fisica e alimentazione giocano un ruolo tutt’altro che secondario.

Crema termale anticellulite delle Terme di SalsomaggioreSi calcola che quasi l’85% delle donne in età fertile sviluppi la cellulite, disturbo che può avere diversi livelli di gravità: dalla lieve buccia d’arancia sino alla presenza di veri e propri avvallamenti localizzati su pancia, cosce e glutei.

La cellulite è causata dalla presenza di grasso globulare sottopelle che determina la formazione di irregolarità sulla sua superficie. Vi sono diverse strategie che si possono adottare per ridurre l’apparenza di questi inestetismi e, poiché sempre di tessuti grassi si parla, la riduzione del peso attraverso l’attività fisica svolta in maniera regolare e l’alimentazione sana e bilanciata sono “armi” che sicuramente danno dei benefici nel lungo periodo.

Buoni risultati possono essere raggiunti abbinando regimi alimentari ipocalorici e sport all’impiego di trattamenti estetici che, grazie alla loro azione mirata drenante e bruciagrassi, permettano di ridurre le odiose irregolarità tipiche della cellulite.

A questo proposito si segnala l’efficacia della crema termale anticellulite contenente i sali minerali delle Terme di Salsomaggiore: il prodotto, applicato con regolarità, migliora l’aspetto della pelle aiutando a ridurre sia le butterature che gli accumuli adiposi indesiderati.